METEO

MTB CHAT

mercoledì 6 aprile 2011

CERVIA ..I COMMENTI DI GUIDO

Domenica mattina sveglia all’alba per Guido e Aldo che hanno deciso di abbandonare le ruote grasse per buttarsi su quelle fini della strada, in compagnia di Afro-Jet ci siamo presentati a Cervia per la famosa Via del Sale,la mattina è iniziata molto presto visto che il grande Afro doveva entrare in griglia d’onore la davanti, mentre io e Aldo sgomitavamo circa 2500 persone indietro, qualche problema di minzione di Aldo ci ha costretto a partire stile motomondiale anni ’70 con rincorsa a piedi e salto alla bersagliera sulla bici da subito si è visto che non bisognava risparmiarsi il gran numero di ciclisti creava scie veloci che non ci siamo fatti scappare, risultato alla prima salita il computerino diceva 41 Km di media, a questo punto un intoppo ci ha rallentati il gran numero di ciclisti richiamati dalla bella giornata e una autoambulanza che cercava di gareggiare ci ha costretti a camminare per qualche minuto, risolto il problema siamo riusciti a prendere il ritmo e a superare il “polenta” senza problemi. Leggera discesa per poi affrontare il monte Cavallo seconda salita con pendenze nella seconda parte fino al 17% , un quasi tacito accordo tra i due esponenti Pozzolesi ha risolto la crono scalata fatta pari pari fino in cima. Scollinato mi sono scaricato un po’ in discesa lasciando scorrere la mia De Rosa fino a valle, ricompattato il duo ci siamo accorti che per gli ultimi 40 Km nessuno aveva intenzione di tirare così con la collaborazione di un ragazzo modenese abbiamo fatto l’andatura 37, 38 Km/h per un gruppetto di 20 persone fino all’ultimo Km dove Aldo ha incominciato ad insultare tutti i ciclisti che tentavano di buttarsi davanti per fare la volata finale accusandoli di slealtà sportiva, ho cercato di tradurre le parole di Aldo il più possibile per il blog perché in realtà volavano madonne e santi in dialetto mantovano stretto a raffica!! All’arrivo abbiamo trovato Afro-Jet che stava ancora raffreddando in mare le gomme infuocate dal ritmo gara tenuto, un complimentone gli va sicuramente fatto all’arrivo accusava solo 12 min. di ritardo dal primo assoluto, io e Aldo abbiamo staccato un dignitoso 3.21 a circa due anni luce dal primo. Felici e contenti non ci rimaneva altro che farci fuori un po’ di pesciolino innaffiato con birra fresca…..un saluto anche all’aquilotto Patrik che anche lui non scherza con i tempi visto che è arrivato ad una manciata di secondi da Afro